1

carabinieri nuovaa

GREGGIO 25-01-2022 Arrabbiato per la multa aveva deciso di sigillare con la colla la porta del municipio di Greggio. Lo scorso 4 gennaio si presentava presso la stazione carabinieri di Arborio un agente della polizia locale di Greggio, Comune ricadente sotto alla giurisdizione di quei carabinieri, il quale denunciava il
danneggiamento della porta di ingresso della sede municipale. Il vigile asseriva che all’atto di aprire la porta di ingresso del municipio di Greggio, aveva constatato che la serratura era bloccata. Ignoti malfattori avevano inserito della colla che non permetteva di aprire la porta. Nei giorni successivi, i carabinieri della stazione di Arborio hanno analizzato i filmati delle telecamere poste in quel Comune, notando la presenza, durante l’arco notturno, di un soggetto che proveniva a piedi da una via periferica, si soffermava per qualche istante davanti alla porta di ingresso del comune per poi ritornare sui suoi passi. In quel tratto di strada, tuttavia, non vi erano presenti telecamere. I carabinieri, però, non si sono dati per vinti, ed hanno deciso di acquisire ed analizzare per diverse ore anche le immagini delle telecamere del vicino Comune di Oldenico, sino a quando hanno notato il passaggio di un’autovettura che si dirigeva verso Vercelli. Il proprietario del mezzo, un 40 enne di Vercelli, dipendente di una ditta che produce porte blindate, transitava in un orario compatibile con quello dell’evento criminoso ed è stato quindi invitato in caserma. Lo stesso, tuttavia, vistosi scoperto, ha confessato di essere l’autore del danneggiamento della porta di ingresso del Municipio di Greggio. Si è giustificato, asserendo di aver agito per rabbia in quanto aveva ricevuto pochi giorni prima due contravvenzioni per eccesso di velocità rilevate dall’autovelox installato in quel Comune.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.